I sistemi georadar: strumenti di indagine non invasiva

Raffaele Persico nel volume “Introduction on Ground Penetrating Radar: Inverse Scattering and Data Processing” affronta le problematiche fisico-matematiche relative all’elaborazione dei dati georadar.


In data 14 novembre 2014, e’ stato presentato il volume “Introduction on Ground Penetrating Radar: Inverse Scattering and Data Processing“, dell’Ing. Raffaele Persico (IBAM CNR sede di Lecce), presso il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università di Roma3.

Igeoradarl volume affronta le problematiche fisico-matematiche relative all’elaborazione dei dati georadar.

I sistemi georadar (Ground Probing Radar) sono strumenti di indagine non invasiva applicati con sempre maggiore successo nell’ambito dei controlli non distruttivi grazie alla velocità esecutiva ed all’elevato potere risolutivo.

La metodologia GPR, attraverso l’utilizzo di onde elettromagnetiche, consente la definizione delle caratteristiche interne al mezzo indagato.

Il testo offre una trattazione mirata a sintetizzare autoconsistenza, semplicità espositiva (per quanto possibile) ed esaustività rispetto agli aspetti trattati. In particolare, il libro accompagna il lettore a partire dai fondamenti dell’elettromagnetismo, espressi dalle equazioni di Maxwell, fino alle formule di migrazione comunemente usate nella pratica ed implementate mediante svariate routine presenti in codici commerciali.

Il lettore, attraverso questo studio, è guidato verso la comprensione delle principali georadarassunzioni ed approssimazioni che stanno dietro alle stesse.

All’introduzione della Dott.ssa Elena Pettinelli (Geofisico di dell’Università di Roma3), in occasione della presentazione del volume, é seguita la recensione di Francesco SoldovieriPrimo Ricercatore dell’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente IREA-CNR.

Dopo l’intervento dell’autore è seguito un ampio dibattito, vivacizzato dalla presenza di studiosi della materia di varie istituzioni di ricerca, fra le quali l’Istituto di Metodologie per l’Analisi Ambientale IMAA-CNR, l’Enea le Università di Roma3 e della Sapienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *