Giovane borsista Ibam selezionato per lo Starship Innovation Fellowship Programme

Francesco Pillitteri, giovane borsista del progetto di alta formazione ‘SPIDEr’ promosso dall’Ibam Cnr della sede di Catania, selezionato dall’European Institute of Innovation & Technology tra 135 candidati nell’ambito dello ‘Starship Innovation Fellowship Programme’.


Sono nove i giovani borsisti, tutti siciliani, coinvolti all’interno del progetto di alta formazione da poco avviato, dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibam Cnr) della sede di Catania dal titolo SPIDEr – Strategies for Planning and Integrated DEvelopment of Urban Cultural Contexts.

Il progetto SPIDEr è stato finanziato dalla regione Sicilia, nell’ambito del Programma operativo ‘Fondo sociale europeo” (Fse Sicilia 2020) in risposta all’avviso “Rafforzare l’occupabilità nel sistema della R&S e la nascita di Spin off di ricerca in Sicilia”.  Principale obiettivo di SPIDEr è il perfezionamento della formazione di un roster di esperti capaci di sfruttare, con approccio multidisciplinare, metodologie innovative e tecnologie all’avanguardia nel campo del decision support system per la gestione ‘integrata’ di contesti urbani a forte valenza storico-artistica, con competenze spendibili sia nel campo della ricerca che della progettazione, riqualificazione, monitoraggio e valorizzazione urbana.

I borsisti sono già impegnati, con approccio tipico del ‘learning by doing’, ad approfondire tematiche legate sia alle nuove strategie del Building information modelling (Bim) applicate al patrimonio culturale; sia al trasferimento tecnologico e alle strategie di impresa con particolare riferimento alla possibilità di costituire uno spin-off/start-up capace di operare nel settore della gestione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Francesco Pillitteri

Francesco Pillitteri

Francesco Pillitteri, borsista del progetto SPIDEr impegnato nell’individuazione di opportunità promosse dai programmi di finanziamento regionali, nazionali ed europei, necessarie per pianificare la sostenibilità e la disseminazione dei risultati scientifici e di ricerca del progetto, è stato selezionato tra 135 candidati nell’ambito dello ‘Starship Innovation Fellowship Programme’.

Si tratta di un programma di formazione promosso dall’European Institute of Innovation & Technology (Eit) in partenariato con University of Coimbra, IESE Business School, Royal Institute of Technology (Kth), Istituto Pedro Nunes e altri sei partner industriali, rivolto ad aspiranti imprenditori e ricercatori in ambito industriale, che mira a fornire, con un approccio trasversale, un’esperienza pratica attraverso l’uso di nuove metodologie per la progettazione di prodotti e/o servizi e dando ai partecipanti strumenti per la creazione di valore in campo industriale per i settori economico, ingegneristico, tecnico e sanitario.I partecipanti selezionati avranno così l’opportunità di essere coinvolti nelle attività guidati da player industriali di alto profilo, collaborando con innovatori raggruppati in team multidisciplinari altamente specializzati. Le attività di formazione si svolgono in diversi paesi dell’Unione europea (Polonia, Spagna, Portogallo, Ungheria).

L’esito dello Starship Innovation Fellowship Programme sarà lo sviluppo di prodotti o servizi rilevanti per il mercato in collaborazione con i partner industriali.

Notizie come questa sottolineano la forte presenza, anche in Sicilia, di giovani con un eccellente percorso di formazione in grado di competere ad armi pari con il resto d’Europa. Un ulteriore conferma di quanto sia importante investire in alta formazione per giovani menti brillanti dell’isola e dar vista a progetti come SPIDEr, finanziato dalla regione Sicilia. L’Ibam ospita, infatti, presso la sede di Catania, ben 9 giovani siciliani con percorsi di formazione ed esperienze professionali di rilievo che hanno dato loro la possibilità di vincere una borsa di alta formazione con l’obiettivo di sviluppare competenze e ruoli capaci di generare e sfruttare nuove opportunità di crescita economica nell’ambito della pianificazione e sviluppo urbano dei centri storici.

Afferma il direttore dell’Ibam Cnr, Daniele Malfitana.

Per il borsista Pillitteri lo ‘Starship Innovation Fellowship Programme’ è un’opportunità unica e riservata ai pochi vincitori del programma europeo. Potrà approfondire aspetti collegati all’acquisizione di metodologie innovative per la progettazione e lo sviluppo di prodotti/servizi in ambito industriale, di fare network con professionisti leader nel campo dell’innovazione e di ampliare il proprio knowhow in ambito economico, organizzativo e strategico. Un’esperienza da poter condividere, una volta terminata, con gli altri borsisti impegnati all’interno di questo Istituto con il progetto di formazione SPIDEr.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *