Ai fori imperiali: il “reale” si trasforma in “ipertesto”

Si terrà a Roma presso i Musei Capitolini, in piazza Campidoglio, l’incontro “I fori imperiali, la memoria ritrovata. Un modo per raccontare ed esplorare la storia urbanistica di Roma”.


L’incontro “I fori imperiali, la memoria ritrovata” avrà inizio alle ore 16,30 del 25 giugno. Interverranno esperti del settore archeologico e multimediale tra cui: Vindice Deplano, Daniele Manacorda, Clementina Panella e Lucrezia Ungaro.

Nel corso dell’incontro verrà presentata l’App IMPERIAL FORA realizzata dell’ambito del progetto 3D Rome, che ha come obiettivo lo sviluppo e la divulgazione della conoscenza della città di Roma nelle varie epoche storiche per consentire a tutti di apprezzare le trasformazioni del paesaggio urbano dall’antichità ai giorni nostri.

Fori imperiali

Gli studi volti hanno permesso di dare nuova forma alla città attraverso l’elaborazione di modelli 3D molto dettagliati.

Il visitatore virtuale, grazie all’App IMPERIAL FORA, potrà:

  • conoscere la memoria perduta della capitale;
  • ottenere informazioni dettagliate pur trovandosi fisicamente altrove rispetto al punto d’interesse;
  • esplorare Roma in real time attraversando scenari sovrapponibili che segnano le tappe principali dello sviluppo urbano in contesti temporali differenti: età romana, medioevo, rinascimento ed epoca moderna.

Il reale si trasforma così in un ipertesto concreto che restituisce splendore alla memoria storica di questa città eterna.

Il Progetto 3D Rome, nato nel 2011, si avvale di un team con molteplici competenze professionali, quali: archeologi, esperti di modellazione 3D e rendering, architetti, storici dell’arte, fotografi, esperti di grafica, registi e informatici.

Il progetto è coordinato da Sergio Fontana archeologo e amministratore unico della Sema s.n.c. proprietaria del marchio 3D Rome.

Fonte: 3D Rome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *