Missione ITACA: il sito archeologico di Pachacamac

Nell’ambito dell’accordo bilaterale CNR-CONCYTEC (Consejo national de Ciencia, Tecnologìa e innovacìon tecnològica – Lima, Perù) ed all’interno delle attività della Missione ITACA si è svolta la seconda campagna di indagini topografiche e archeo-geofisiche nel sito archeologico di Pachacamac in Perù.

La missione si è svolta dall’1 al 10 Dicembre 2014.

missione itaca

Alla missione hanno partecipato: Nicola Masini, Primo Ricercatore IBAM-CNR e Direttore della Missione ITACA, Rosa Lasaponara, Ricercatrice IMAA-CNR e responsabile del progetto bilaterale CNR-CONCYTEC; Maria Sileo, Assegnista di ricerca presso la sede IBAM-CNR di Potenza; Felice Perciante, Assegnista di ricerca presso la sede IMAA-CNR di Potenza; Antonio Pecci, Collaboratore presso la sede IBAM-CNR di Potenza.

Pachacamac, situato nella Valle del fiume Lurín a circa 40 km a sud-est dal centro di Lima, è uno dei siti archeologici più importanti del Perù.

pachacamac 3 565

Templo del Sol

 

I risultati di oltre un secolo di scavi archeo-geoligici hanno evidenziato un lungo arco temporale di frequentazione del sito a partire dall’Orizzonte primordiale (900-200 a.C.) caratterizzato dalla Cultura Chavin fino al periodo Inca (XV sec.), passando per la Cultura Lima sviluppatasi nell’Orizzonte intermedio primordiale (200 a.C. – 600 d.C.), la Cultura Huari, ovvero nell’Orizzonte Medio (600-1100 d.C.), fino alla Cultura Ichma (1100-1470)

L’area archeologica è caratterizzata da quattro settori:

– il primo settore comprende il noto Templo del Sol costruito dagli Inca, il Templo Pintado, piramide scalonata di epoca Huari, e il Templo Viejo, il piu’ antico tra le strutture cerimoniali di Pachacamac (epoca Lima);

– il secondo settore comprende l’Aqllawasi, le Piramidi con rampa e il Palazzo del governatore Inca, Tauri Chumpi;

– il terzo settore o “città esterna”, si estende dalla città interna fino alle mura della città esterna ed è contraddistinto per la presenza di vaste zone abitative ed un cimitero;

– il quarto settore si estende dalla città esterna fino al fiume Lurin ed era costituito in prevalenza da campi coltivati, oggi sepolti dalla sabbia.

missione itaca

 

Scopo della missione è stato quello di fornire informazioni di carattere preliminare per futuri progetti di scavo archeologico con tecniche di prospezione geomagnetica in diverse aree di interesse archeologico, riprese fotogrammetriche tramite drone per realizzazione di modelli 3D e ricognizioni di supporto all’interpretazione di dati SAR.

 

 

In particolare le aree indagate durante la missione sono state: Tauri Chumpi, l’Aqllawasi, un’area nel terzo settore nei pressi di un tratto della cinta muraria e il Templo Pintado.

missione itaca

Aqllawasi

missione itaca

Tauri Chumpi

missione itaca

Tempio Pintado

missione itaca

Mura della città esterna

Enzo Rizzo, ricercatore dell’IMAA-CNR, non ha partecipato alla missione, tuttavia ha contribuito all’elaborazione dei dati geofisici.

L’elaborazione ancora in corso ha già messo in evidenza risultati promettenti in particolare a Tauri Chumpi peraltro in accordo con quelli ottenuti nel 2013 con tecniche georadar nella medesima aerea.

Wall – Pacachamac, Lima, PERU’ by Antonio Pecci on Sketchfab

 

Report a cura di Maria Sileo (PhD Scienze della Terra – Geologa – Assegnista di Ricerca presso la sede IBAM CNR di Potenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *