SPIDEr | Posizione 9

Borsista  del progetto SPIDEr – Strategies for Planning and Integrated DEvelopment of Urban Cultural Contexts

FRANCESCO PILLITTERI

Attività di analisi, selezione e scouting di programmi di finanziamento regionali, nazionali ed europei finalizzate all’individuazione di opportunità necessarie per pianificare la sostenibilità e la disseminazione dei risultati scientifici e di ricerca del progetto. Attività di reports, partecipazione e organizzazione di meetings e supporto alla e alla gestione complessiva del progetto.

CURRICULUM VITAE


Con una certificazione in Europroject Management, ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie con la tesi sperimentale dal titolo “Strumenti finanziari per la pianificazione delle Smart Cities: il progetto pilota trafficO2”. La tesi definisce una classificazione degli strumenti finanziari che l’Europa fornisce per la pianificazione delle Smart Cities e mostra i risultati dell’analisi costi-benefici del progetto pilota trafficO2, nel quale è stato coinvolto da luglio 2014 a maggio 2015.

Dopo una breve esperienza nell’ambito Antiriciclaggio e un corso di alta formazione sull’Innovazione e lo Sviluppo Locale, a febbraio 2016 ha vinto una borsa di studio presso il Dipartimento di Innovazione Industriale e Digitale dell’Università degli Studi di Palermo.

Ha lavorato a stretto contatto con professori e amministrativi al fine di redigere proposte progettuali in collaborazione con partner aziendali. Tra le principali competenze acquisite: redazione di progetti di ricerca, revisione e aggiornamento dei deliverable di progetto, gestione dei partner per il programma di ricerca della Commissione europea Horizon 2020. É stato coinvolto anche nelle attività di progettazione e ingegnerizzazione dei servizi KIBS (Knowledge Intensive Business Serivces).

A gennaio 2018, ha svolto uno stage all’interno dell’R&D Lab – Open Government Group dell’azienda Engineering Ingegneria Informatica S.p.a., a supporto dei team di ricerca e IT per la definizione e analisi del conteso socio-economico e tecnologico, identificando approcci metodologici per lo sviluppo di soluzioni IT e la definizione di proposte progettuali sul programma di finanziamento europeo Horizon 2020.

Ad aprile 2018, ha conseguito un Master di II livello in “Empowering Knowledge Intensive Business Services” con focus sui seguenti cluster: Smart Cities, Foster Innovation, Company Competitiveness and Industry efficiency, con un approccio multidisciplinare e focalizzato su Business and Project Management for Service Engineering, Service Innovation and Service Design.


POSIZIONE 1

I commenti sono chiusi