SaveHer: un’app per i cittadini “attivi”

 

saveherL’IBAM CNR (sede di Potenza) ha sviluppato nell’ambito del Progetto PRO_CULT, Advanced methodological approaches and technologies for Protection and Security of Cultural Heritage finanziato con fondi PO-FESR Basilicata (2007-2013), l’app SaveHer (saveHeritage) che permetterà ai cittadini di segnalare alle Istituzioni eventuali azioni d’intervento utili alla tutela/salvaguardia del patrimonio culturale.

Saveher è stata ideata da Fabrizio Terenzio Gizzi e Nicola Masini, ricercatori dell’Istituto, grazie alla collaborazione di M. Biscione, M. Danese, M. Sileo, C. Zotta e M. R. Potenza.

L’applicazione è stata sviluppata da Nello Saulino.

SaveHer è caratterizzata da procedure snelle ed intuitive, ed è stata sviluppata per dispositivi smartphone e per tablet.

L’app, scaricabile su Google Play Store, sarà presto disponibile anche su App Store.

I cittadini potranno, grazie a saveHer, segnalare tempestivamente tutte le problematiche che interessano i monumenti in conseguenza di eventuali danni causati da agenti/eventi naturali quanto da atti vandalici o incuria.

Come funziona?

Quando il cittadino/utente riscontra una problematica su di un monumento può segnalarla utilizzando l’app. Una volta giunto sul luogo del danno, scattando da una a tre foto saveHer acquisirà le coordinate e invierà una segnalazione al server.

Le informazioni circa lo stato di conservazione dei monumenti verranno prese in carico dalle Istituzioni, fornendo così alle amministrazioni informazioni utili per la programmazione di opportuni e mirati interventi di recupero.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda alla seguente pubblicazione: http://bit.ly/1b2j76p 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *