Scuola internazionale di Geofisica e Telerilevamento per l’archeologia

A maggio partirà la prima scuola internazionale di “Geofisica e telerilevamento per l’archeologia”, organizzata dall’Istituto per i beni archeologici e monumentali (Ibam) e dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente (Irea) del Consiglio nazionale delle ricerche in collaborazione con la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia nell’ambito del progetto europeo ATHENA, finanziato dal nuovo programma pluriennale della commissione europea Horizon 2020.

L’Istituto per i beni archeologici e monumentali (Ibam Cnr) organizza in partnership con l’Istituto di rilevamento elettromagnetico dell’ambiente (Irea Cnr) e la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, la prima scuola internazionale di “Geofisica e Telerilevamento per l’archeologia” dal 9 al 13 maggio 2016 nello straordinario scenario di Pompei.

Pompei_Vesuvio_GF

L’iniziativa rientra all’interno del progetto europeo ATHENA – Remote Sensing Science Center for Cultural Heritage, vincitore della call H2020-Twinning 2015 “Diffondere l’eccellenza e ampliare la partecipazione”, nell’ambito del programma europeo pluriennale di ricerca e innovazione Horizon 2020.

Locandina Scuola internazionale di Geofisica e Telerilevamento per l’archeologia

La scuola, i cui responsabili scientifici sono N. Masini, ricercatore e Responsabile UOS Ibam di Potenza, R. Persico, ricercatore Ibam (sede di Lecce) e F. Soldovieri, ricercatore Irea Cnr, si propone di dare la possibilità agli studiosi, ai dottorandi, ai ricercatori e agli specialisti in Archeologia, Geofisica, Telerilevamento, Geoscienze e Scienze per la Conservazione dei Beni Culturali di approfondire la loro conoscenza nel campo delle tecnologie e metodologie di indagine geofisica e telerilevamento per la ricerca archeologica e il monitoraggio dello stato di conservazione delle strutture monumentali.

La scuola si articola in lezioni ed esercitazioni in laboratorio e sul campo presso il prestigioso sito archeologico di Pompei. Il corso fornirà le basi per l’acquisizione dei dati geofisici, e successiva elaborazione e interpretazione con particolare riferimento alle tecniche di indagine GPR, ERT, sismica e termografica.

Tra gli specialisti, docenti della scuola vi saranno, oltre ai responsabili scientifici anche G. Leucci, ricercatore Ibam Cnr (sede di Lecce), esperto geofisico di rilevanza internazionale già docente in università americane, R. Lasaponara e E. Rizzo dell’Istituto di metodologie per l’analisi ambientale (Imaa Cnr); Ilaria Catapano (Irea Cnr) e Athos Agapiou della Cyprus University of Technology.


Per la registrazione alla scuola, per la quota di iscrizione e per ulteriori informazioni è possibile inviare una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: archeoschool@irea.cnr.it.

All’interno del Kit Press Office dell’IBAM CNR sono disponibili ulteriori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *