Short Term Mobility: Lecce ospita il Prof. Sbartaï esperto in diagnostica non distruttiva

Il 26 e 27 luglio 2016 avranno luogo presso l’Università del Salento due importanti seminari dedicati all’applicazione di tecniche combinate non distruttive e alla diagnostica degli edifici, organizzati dall’ Ibam Cnr nell’ambito del programma speciale short term mobility.


Il team di ricercatori e specialisti delle sedi di Lecce e Potenza dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibam Cnr), sono impegnati dal mese di maggio 2016, nella realizzazione di due importanti progetti di collaborazione scientifica internazionale, approvati nell’ambito del programma speciale short term mobility (STM) promosso dal Cnr.

Immagine 2In particolare, il programma speciale di attività della sede di Lecce, coordinato dalla dott.ssa A. Calia (primo ricercatore) con il supporto delle competenze interne all’Istituto dei ricercatori E. Vasanelli e D. Colangiuli, prevede lo sviluppo di una serie di attività di ricerca legate alla diagnostica sul patrimonio archeologico e storico-architettonico, all’analisi statistica multivariata e allo sviluppo di modelli in chiave predittiva, con lo scopo di sviluppare procedure diagnostiche non invasive nel rispetto necessario della integrità dei materiali e dei manufatti.Immagine 1

La sede Ibam di Lecce ospiterà, dal 18 al 29 luglio 2016, il Prof. Zoubir-Mehdi Sbartaï, PhD in Ingegneria Civile all’Università di Tolosa e professore associato all’Università di Bordeaux in cui svolge la propria attività di ricerca all’interno del laboratorio I2M (Institut de mécanique et ingénierie) dove coordina il team impegnato nei settori delle Prove Non Distruttive (PND) e della diagnosi sui materiali e sulle strutture. Il Prof. Zoubir-Mehdi Sbartaï è esperto nell’applicazione di tecniche diagnostiche non distruttive e nell’analisi dei dati ottenuti attraverso l’ausilio dell’intelligenza artificiale, co-responsabile del Working Group 3 sulle PND della Commissione tecnica RILEM e parte attiva della COST Action sulle applicazioni del GPR nel settore dell’Ingegneria Civile.

Immagine 3Durante la permanenza del Prof. Sbartaï a Lecce avranno luogo, il 26 e 27 luglio 2016 alle ore 10:00 presso l’Aula “Fermi” dell’Edificio IBIL dell’Università del Salento, due importanti seminari, il primo dal titolo “Non-destructive techniques for evaluation of concrete properties: case studies and applications” e il secondo “Non-destructive evaluation for the diagnosis of existing buildings: statistical analysis of data and combined methods”, entrambi inerenti all’applicazione di tecniche combinate non distruttive e alla diagnostica degli edifici, supportata dall’analisi statistica dei dati.

 

Il programma STM, attraverso la mobilità di breve durata di studiosi italiani e stranieri, ha l’obiettivo di rafforzare la promozione della collaborazione scientifica internazionale tra il Cnr e le Istituzioni di ricerca straniere di elevato prestigio scientifico, facilitando l’avvio, la prosecuzione o il completamento di progetti di ricerca o il perfezionamento di tecniche altamente specialistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *